Solidarietà

ASSOCIAZIONE EZIO GREGGIO

per l’aiuto ai bimbi nati prematuri

Prof Paolo Tagliabue (Ospedale San Gerardo di Monza, Giusto Bonandrini ( incubatrici Atom), Prof Giorgio Rondini e Prof Paolo Mosca
Prof Paolo Tagliabue (Ospedale San Gerardo di Monza, Giusto Bonandrini ( incubatrici Atom), Prof Giorgio Rondini e Prof Paolo Mosca

 

Nel 1994 ha fondato l’Associazione Ezio Greggio per l’Aiuto ai bimbi nati Prematuri.

In oltre 25 anni l’ Associazione ha fatto donazioni a circa 70 ospedali italiani. Le sue incubatrici in questi oltre 25 anni di attività secondo i calcoli delle associazioni di neonatologia e pediatria italiane hanno contribuito a salvare circa 15 mila bambini nati prematuri in tutta Italia.

Ezio insignito nel 2005 a Pavia del titolo “Neonatologo ad Honorem” e “Premio Burgio” nel 2019

Nel 2015 Ezio Greggio è stato premiato dalla SIN (Società Italiana di Neonatologia) e dalla SIP (Società Italiana di Pediatria) per il suo “ unico e straordinario contributo ai bimbi prematuri”. Dalla stessa società, nel 2015, in occasione dei vent’anni di attività, riceve a Bergamo un’importante riconoscimento “per l’impegno e la grande generosità a favore dei neonati e per essere da sempre insieme ai neonatologi italiani”, come riportato nella motivazione del premio. Inoltre, il 6 giugno 2015 ha ritirato a Roma il Premio Amico dei Bambini, conferitogli dalla Società Italiana di Pediatria “per l’impegno in favore dei diritti e della salute dei neonati e dei bambini, e per le iniziative a vantaggio dei più deboli e dei più fragili”. Il 16 maggio 2019 nell’ambito del XXI Congresso della Società Italiana di Pediatria, Ezio ha ricevuto il Premio Burgio (in ricordo del più grande pediatra italiano) per “ l’impegno profuso a favore dei neonati prematuri, grazie all’associazione che porta il suo nome”.

Da alcuni anni l’Associazione Ezio Greggio è diventata internazionale con sede a Monaco ed effettua donazioni anche a Paesi stranieri.

L’Associazione Internazionale con sede a Monaco nel 2017 ha inviato un’incubatrice alla Nuova maternità di Akamasoa (Antananarivo) in Madagaskar

Aiutaci anche tu

a salvare i bimbi nati prematuri

Fai una donazione!

Il tuo aiuto servirà a salvare la vita a tanti bimbi

DONA ADESSO

Lettera di Ezio Greggio

Cari Amici, in Italia continuano a diminuire le nascite. Pensate che nel 2018 sono nati circa 440 mila bambini. Su 60 milioni di abitanti il numero dei nati è molto basso, ma lo è ancor di più se pensate che sono oltre 18 mila in meno rispetto all’anno precedente e quasi 140 mila in meno a confronto con il 2008.

Il 10% circa di questi bimbi nascono prematuri: sono 40mila bambini nati prima del termine naturale, cioè tra la 22ª e la 37ª settimana e pesano mediamente meno di un chilo.

Questi bimbi però non sono malati, sono solo troppo piccoli, bisogna aiutarli a crescere. Bisogna tendere loro una mano tecnologica unitamente a cure amorevoli per farli sopravvivere. I primi minuti della nascita per esempio sono determinanti per garantire a questi piccoletti una vita normale: non deve mancare loro l’ossigeno dosato in modo corretto per non creare lesioni al cervello e conseguenti handicap che poi i bimbi porterebbero per il resto della loro vita. Per questo servono culle termiche cioè incubatrici, respiratori, ossimetri, infusori e l’elevata specializzazione dei medici e degli infermieri che si occupano dei prematuri. La culla termica in pratica permette una termoregolazione ideale per il neonato soprattutto se gravemente prematuro e sottopeso, in tutte le sue fasi di crescita. Spesso questi bimbi nascono in Ospedali che non hanno un reparto di terapia intensiva neonatale e vanno quindi portati in sicurezza in centri specialistici con ambulanze dotate di incubatrici da trasporto.

Per salvare questi bimbi servono quindi incubatrici da trasporto e da reparto, sofisticati macchinari di ultima generazione che replicano in pratica l’utero materno ed attraverso un sistema computerizzato controllano i parametri vitali. Un sistema di monitoraggio quindi multiparametrico centralizzato che consente il costante controllo dei parametri vitali del neonato: temperatura, respirazione e ossigenazione, alimentazione. 

Da oltre 25 anni, cari Amici con la mia Associazione e con il vostro aiuto dono ai reparti neonatali apparecchiature e strumentazioni innovative per favorire il lavoro del personale medico, la diminuzione dei rischi per i piccoli prematuri e la possibilità dei genitori di essere vicino ai loro bimbi. Ho fatto donazioni a oltre 70 ospedali italiani e da qualche anno aiutiamo anche ospedali di altre parti del mondo.

Con la SIN Società Italiana di Neonatologia abbiamo stimato che in questi anni le apparecchiature che ho donato hanno contribuito a salvare circa 15.000 bambini solo in Italia. Molti di loro ora hanno l’età dei miei figli:  ho visto molti di questi bimbi dentro a una mia incubatrice quando pesavano 1 kg. Ora dopo anni alcuni di loro mi fermano per strada, o in studio a Striscia vengono a salutarmi. Mi raccontano in che Ospedale sono stati salvati, mi abbracciano e lo ammetto mi commuovo sempre. Sono ragazzi sani, belli, in forma.

In quei momenti ho la speranza che grazie alla mia notorietà di uomo di spettacolo, di essere riuscito a guadagnarmi una piccola fetta di Paradiso.

Per me questo è il più bel successo della mia carriera grazie anche ai vostri contributi.

Aiutatemi a continuare questo piccolo grande miracolo.

Grazie.

Ezio Greggio

ELENCO DEGLI OSPEDALI e DELLE DONAZIONI

in oltre 25 anni di attività

Ospedali Riuniti di Cremona

Referente: Prof. Roberto Rossoni

Incubatrice per il trasporto di neonati prematuri

Ospedale Gaslini di Genova

Referente: Prof. Giovanni Serra

Incubatrice per il trasporto di neonati prematuri

Ospedale di Pescara

Referente: Prof. Michele Ramenghi

Incubatrice per il trasporto di neonati prematuri

Ospedale Villa Sofia di Palermo

Referente: Prof. Ludovico Ziino

Incubatrice per il trasporto di neonati prematuri

Ospedale di Olbia

Referente: Dr. Augusto Masia

Incubatrice per il trasporto di neonati prematuri

Policlinico S.Matteo di Pavia

Referente: Prof. Giorgio Rondini

Saturimetro – Ossimetro con sensore pediatrico

Ospedali Riuniti di Novara

Referente: Prof. Gianni Bona

Pompa elettronica mono-siringa per infusione

Ospedale Macedonio Melloni di Milano

Referente: Prof.ssa Jolanda Minoli

Un posto letto completo per terapia intensiva composto da:

– Respiratore neonatale pediatrico

– Incubatrice doppia parete per terapia intensiva

Ospedali di Biella

Referente: Dr. Leo Galligani

2 Respiratori neonatali infant flow

1 Pompa elettronica mono-siringa per infusione

Ospedale S.Anna di Torino

Referente: Prof. Claudio Fabris

1 monitor per la meccanica respiratoria Florian

1 interfaccia di collegamento Florian E150

1 monitor serie 2 B Passport Datascope

1 Respiratore neonatale infant flow Driver

Ospedale di Foggia

Reparto di terapia Intensiva

Referente: Prof. Giuseppe Rinaldi

1 Incubatrice per il trasporto di neonati prematuri

Ospedale di L’Aquila

Reparto di terapia intensiva

Referente: Dr. G.F. Spennati

1 Incubatrice per il trasporto di neonati prematuri

Ospedale “Bianchi – Melacrino – Morelli” di Reggio Calabria

Reparto terapia intensiva

Referente: Dr. Antonino Nicolò

1 Incubatrice per il trasporto di neonati prematuri

Ospedale di Messina

Reparto terapia intensiva

Referente: Prof. Ignazio Barberi

1 Incubatrice per il trasporto di neonati prematuri

Ospedale San Gerardo di Monza

In collaborazione con “Un calcio al bisogno” e Nazionale Cantanti

1 Respiratore computerizzato

1 Lettino rianimazione

1 Monitor multiparam. Datascope

Clinica Santa Rita di Atripalda (Av)

Reparto di Pediatria

1 Incubatrice per il trasporto di neonati prematuri e 1 Lampada per fototerapia

Ospedale di Isernia

Reparto di Pediatria

1 Gastroscopio Pediatrico

Policlinico San Matteo di Pavia

Reparto Pediatrico

Referente: Prof. Giorgio Rondini

2 sistemi di monitoraggio multiparametrici

Ospedali Civili di Brescia

Reparto di terapia Intensiva

Referente: Dott. Chirico

1 Respiratore computerizzato completo di monitoraggio

Ospedale Niguarda di Milano

Reparto di terapia intensiva

Referente: Dr. Vito Console

1 Respiratore HFO 3100 A

U.S.L. di Monza

1 Mammografo completo di Sviluppatore

AZIENDA ASL di Sondrio

Patologia Neonatale

Referente: Dott. Gilberto Bonora

1 Incubatrice da trasporto mod. “V 850 TR” Atom

Azienda Ospedaliera “Ospedali Riuniti di Bergamo”

Referente: Prof. Angelo Colombo

Pulsossimetro mod. “Radical”

Azienda Ospedaliera “Spedali Civili” Brescia

Referente: Prof. Gaetano Chirico

Pulsossimetro mod. “Radical”

Azienda Ospedaliera “Ospedale Sant’Anna” Como

Referente: D.ssa Letizia Caccamo

Pulsossimetro mod. “Radical”

Ospedale “Valduce” Como

Referente: Dott. Mario Maccabruni

Pulsossimetro mod. “Radical”

ASST Lecco – Ospedale “A. Manzoni” Lecco

Referente: Dott. Rinaldo Zanini

Pulsossimetro mod. “Radical”

Azienda Ospedaliera  “Carlo Poma” Mantova

Referente: Dott. Mauro Stronati

Pulsossimetro mod. “Radical”

I.C.P. Istituti Clinici di Perfezionamento Presidio “V. Buzzi” Milano

Referente: Dott. Gilberto Compagnoni

Pulsossimetro mod. “Radical”

I.C.P. Istituti Clinici di Perfezionamento Clinica Mangiagalli Milano

Referente: Dott. Fabio Mosca

Pulsossimetro mod. “Radical”

Ospedale Fatebenefratelli e Oftalmico P.O. Macedonio Melloni Milano

Referente: Dott. Guido Moro

Pulsossimetro mod. “Radical”

Azienda Ospedaliera Niguarda Cà Granda Milano

Referente: Prof. Vito Console

Pulsossimetro mod. “Radical”

Azienda Ospedaliera San Gerardo Monza

Referente: Dott. Paolo Tagliabue

Pulsossimetro mod. “Radical”

IRCCS Policlinico San Matteo Pavia

Referente: Dott. Giorgio Rondini

Pulsossimetro mod. “Radical”

Azienda Ospedaliera Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi Varese

Referente: Dott. Massimo Agosti

Pulsossimetro mod. “Radical”

Azienda Ospedaliera San Gerardo Monza

Referente: Dott. Paolo Tagliabue

Sistema Computerizzato di Informatizzazione Clinica

Azienda Ospedaliera S. Croce e Carle Cuneo

Referente: Dott. De Marini

Pulsossimetro mod. “Radical”

A.S.L. 8 Chieri P.O. di Moncalieri Torino

Referente: Dott. Umberto De Vonderweid

Pulsossimetro mod. “Radical”

Cattedra di Neonatologia Dipartimento di Scienze Pediatriche e dell’Adolescenza dell’Università di Torino

Referente: Prof. Fabris

Pulsossimetro mod. “Radical”

Azienda Ospedaliera O.I.R.M. S. Anna Torino

Referente: D.ssa Giovanna Gomirato

Pulsossimetro mod. “Radical”

Ospedale Mauriziano Torino

Referente: Dott. Frigerio

Pulsossimetro mod. “Radical”

Presidio Ospedaliero Maria Vittoria Torino

Referente: D.ssa Giovanna Guala

Pulsossimetro mod. “Radical”

Azienda Ospedaliera Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria

Referente: Dott. Ferdinando Pesce

Pulsossimetro mod. “Radical”

ASL N. 12 Biella

Referente: Dott. Galligani

Pulsossimetro mod. “Radical”

Azienda Ospedaliera “Maggiore della Carità” Novara

U.O.A. Provveditorato/Economato

Referente: Prof. Bona

Pulsossimetro mod. “Radical”

ASL 13 Borgomanero (NO)

Referente: Dott. Vitali

Pulsossimetro mod. “Radical”

Università di Ferrara “Arcispedale S. Anna”

Referente: Prof. Pietro Guerrini

Algo portatile apparecchio per lo screening uditivo neonatale

Azienda Ospedaliera Spedali Civili Brescia

Referente: Prof. Gaetano Chirico

Algo portatile apparecchio per lo screening uditivo neonatale

Azienda Ospedaliera Ospedale “Carlo Poma” Mantova

Referente: Dott. Mauro Stronati

Algo portatile apparecchio per lo screening uditivo neonatale

I.C.P. Istituti Clinici di Perfezionamento Clinica Mangiagalli Milano

Referente: Prof. Fabio Mosca

Algo portatile apparecchio per lo screening uditivo neonatale

Azienda Ospedaliera Niguarda Cà Granda Milano

Referente: Dott. Stefano Martinelli

Algo portatile apparecchio per lo screening uditivo neonatale

Azienda Ospedaliera Ospedale San Gerardo Monza

Referente: Dott. Paolo Tagliabue

Algo portatile apparecchio per lo screening uditivo neonatale

IRCCS Policlinico San Matteo Pavia

Referente: Dott. Enrico Polito

Algo portatile apparecchio per lo screening uditivo neonatale

Azienda Ospedaliera Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi, Varese

Referente: Dott. Massimo Agosti

Algo portatile apparecchio per lo screening uditivo neonatale

Azienda Ospedaliera di Vimercate

Ospedale di Circolo di Desio

Referente: Dott. Roberto Besana

Algo portatile apparecchio per lo screening uditivo neonatale

Azienda Ospedaliera di Garbagnate Rho (MI)

Ospedale di Circolo

Referente: Prof. Luigi Magni

Algo portatile apparecchio per lo screening uditivo neonatale

Presidio Ospedaliero SS Annunziata Taranto

Referente: Dott. Enzo Vitacco

Algo portatile apparecchio per lo screening uditivo neonatale

Azienda USL Bari 4

P.O. Di Venere – Giovanni XXIII Carbonara (BA)

Referente: Dott. Mastropasqua

Algo portatile apparecchio per lo screening uditivo neonatale

Azienda Ospedaliera della Provincia di Lodi

Referente: Dott. Cesare Belloni

Algo portatile apparecchio per lo screening uditivo neonatale

ASL Chieti

P.O. Clinicizzato SS Annunziata Chieti

Referente: Prof. Sabatino

Algo portatile apparecchio per lo screening uditivo neonatale

Azienda Ospedaliero Universitaria Di Bologna

Policlinico S. Orsola Malpighi

Referente: Prof. Faldella

Radical Rds 3 pulsossimetro

Azienda Ospedaliera Policlinico di Modena

Referente: Prof. Ferrari

Infant Flow Sipap – respiratore neonatale

ASL 12 Biella Ospedale degli infermi Biella

Referente: Dott. Galligani

Vapotherm 2000i – sistema per ossigenoterapia

Ospedale Monaldi Napoli

Terapia Intensiva neonatale

Referente: Prof. Giliberti

CFM (Cerebral Function Monitor) Monitoraggio neurologico EEG

Clinica Pediatrica Università Cagliari

Referente: Prof. Fanos

Algo 3i apparecchio per lo screening uditivo neonatale

Azienda Ospedaliera Clinica Pediatrica Università Padova

Referente: Prof. Franco Zacchello

Algo 3i apparecchio per lo screening uditivo neonatale

Azienda Ospedaliero Universitaria Ospedali Riuniti Salesi Ancona

Terapia intensiva neonatale

Referente: Prof. Virgilio Carnielli

Algo 3i apparecchio per lo screening uditivo neonatale

Azienda Ospedaliera Filippo del Ponte Varese

Referente: prof. Massimo Agosti

Incubatrice Dual Incu-i
Un apparecchio unico che costituisce un’innovazione tecnologica, in quanto l’incubatrice si trasforma in un piccolo tavolo operatorio a cielo aperto continuando le sue funzioni di incubatrice chiusa (microclima, umidità, monitoraggio del peso, ossigenoterapia e parametri vitali del neonato)

bandiera madagascar

 
Madagascar

Nuova maternità di Akamasoa (Antananarivo)

Invio incubatrice Atom da reparto alla nuova maternità di Akamasoa (Antananarivo) in Madagascar

413E00WDnL. AC  1

 

Libano

Spedizione abbigliamento

In seguito all’esplosione nell’area del porto di Beirut che nell’agosto del 2020 ha causato vittime e lasciato senza casa e beni di prima necessità tante persone, l’Associazione in collaborazione con “Amis du Libanon” ha inviato alle famiglie in difficoltà un considerevole quantitativo di capi di abbigliamento.

ezio duplicato